Carcere di Santo Stefano

Il Carcere borbonico di Santo Stefano fu voluto da Re Ferdinando IV alla fine del ‘700. L’ingegnere Francesco Carpi progettò il Carcere seguendo i principi del “panopticon”, spinto dalle innovative idee illuministiche dell’epoca e ispirato dall’architettura teatrale più usata nel periodo.Ancora oggi, resta un esempio mirabile di tale architettura, nonostante le modifiche e le aggiunte operate nel corso dell’ultimo secolo.